NEWS  I segreti su come pagare meno IMU
Leggi >
Altri ServiziGuida Comuni

Cos’è il DURC?

4 min di lettura
Ti è stato utile quest'articolo?
Voti: 2 Media: 5

Cos’è il durc? L’acronimo DURC significa esattamente “Documento unico di regolarità contributiva“. Ma a che cosa serve il DURC? Il Documento unico di regolarità contributiva (rilasciato, in genere, in pdf se richiesto online) è necessario alle aziende che desiderano partecipare ad appalti pubblici oppure a lavori fatti per privati e relativi alla richiesta di concessione edilizia (oppure nei casi di DIA). E’ chiaro che le aziende per raggiungere positivamente tali finalità devono avere il DURC a posto. Averlo a posto significa, proprio, essere in regola con i contributi INPS, INAIL o cassa edile.

Gli enti, nei casi sopra indicati, chiedono la regolarità contributiva che è certificata dal DURC. Per richiedere il DURC è possibile farlo in modalità online attraverso i siti dell’INPS ed INAIL. E’ anche possibile richiederlo attraverso la modalità cartacea ma si consiglia, per ridurre i tempi di rilascio, la procedura online. Per accedere agli account dei predetti siti, dai primi giorni del mese di Ottobre 2021 è possibile utilizzare esclusivamente le modalità SPID, CIE o CNS. Le precedenti credenziali non sono più utilizzabili.


Cos’è il Durc e tutte le informazioni che contiene

Il DURC è il documento unico di regolarità contributiva e contiene, al suo interno, le informazioni che indichiamo qui sotto.

  • Sede legale e unità operativa, denominazione o ragione sociale e codice fiscale del datore di lavoro.
  • Attestato che conferma l’avvenuta iscrizione agli istituiti previdenziali e (se previsto) alle casse edili.
  • Dichiarazione di regolarità contributiva (o di non regolarità contributiva) riportante anche l’importo della eventuale morosità.
  • Data in cui è stata effettuata la verifica di regolarità contributiva.
  • Nome del responsabile del provvedimento rilasciato.

Perchè serve richiedere il DURC?

Il documento del Durc Online sostituisce, in concreto, il documento unico di regolarità contributiva. Il Durc serve per una serie di cose che indichiamo qui sotto.

  • L’erogazione di contributi, sovvenzioni, sussidi finanziari e vantaggi economici, di qualunque genere, compresi quelli  di cui all’art. 1, comma 553, della legge 23 dicembre 2005, n. 266.
  • Gare di appalto per forniture o servizi.
  • Rilascio dell’attestazione SOA. La SOA è un’Attestazione di qualificazione per la partecipazione a gare d’appalto per l’esecuzione di lavori pubblici.
  • Benefici normativi e contributivi riguardo il mondo del lavoro e legislazione sociale.
  • Pagamento di fatture.

Cos’è la certificazione SOA

La Certificazione SOA è un attestazione obbligatoria rilasciata da certi organismi. Questo certificato conferma la capacità economica e tecnica di una certa azienda ai fini della partecipazione ad una determinata gara d’appalto avente un importo a base d’asta superiore a € 150.000,00. Inoltre, attesta che una determinata società (o azienda individuale) abbia tutti i requisiti tecnici necessari per la partecipazione alla gara.

Tale certificazione SOA ha una validità di cinque anni. Essa è una certificazione che qualifica l’impresa nei confronti della partecipazione agli appalti pubblici e per determinate categorie di importo. Il tutto è anche rapportato alle capacità ed all’esperienza che l’azienda ha dimostrato nei confronti dell’Organismo di Attestazione.

Che cos’è la validità del DURC online

Nel caso di lavori privati edili la validità del Durc è di 4 MESI a partire dalla data in cui è stato rilasciato. Il sistema, quindi, rilascia il Durc in formato pdf (se richiesto online) e la scadenza è proprio riportata nello stesso documento. Nel caso in cui viene fatta richiesta di Durc ma quello precedentemente emesso non è ancora scaduto, il servizio online rinvia allo stesso documento ancora valido.

Cos’è il DURC ed entro quanto viene emesso

Il Durc viene emesso entro il termine di 30 giorni dalla data in cui viene effettuata richiesta. L’emissione rimane sospesa nel caso previsto dall’art. 7 del d.m. 24 ottobre 2007. In tale caso il certificato viene emesso entro il quarantaseiesimo giorno e rimane sospeso sino ad un massimo di quindici giorni dalla data in cui è stata comunicata l’irregolarità da parte dell’Ente presso cui è stato richiesto. Nell’arco di questo periodo l’utente ha la possibilità di regolarizzare la sua posizione contributiva.

Se, viceversa, l’impresa o il professionista non provvedono a mettere in regola la propria posizione contributiva, avranno delle conseguenze negative che indichiamo qui sotto.

  • Sospensione del titolo abilitativo relativo alla DIA o alla concessione edilizia e dell’attestazione da parte delle SOA.
  • Impossibilità ad ottenere i contributi o i sussidi richiesti.
  • Impossibilità a partecipare alla gara d’appalto.
  • Mancato pagamento di una fattura.

Chi può richiedere il Durc?

Diversi sono i soggetti che hanno titolo per richiedere il DURC. Li indichiamo qui appresso.

  • Pubbliche Amministrazioni.
  • Enti Privati.
  • Imprese.
  • Società Organismi Attestazioni.

In ogni caso, è bene essere sempre in regola con i contributi e pagamenti vari in quanto si possono perdere opportunità importanti nei casi di DURC non a posto.

Quando può essere richiesto il DURC?

In diversi i casi può essere richiesto il rilascio del DURC. Questo perché sono varie le situazioni in cui è posta la condizione di regolarità con i pagamenti dei contributi INPS, INAIL e Cassa Edile. Li indichiamo qui sotto.

  • Per il pagamento di fatture.
  • In presenza di appalti pubblici.
  • Per ottenere agevolazioni e finanziamenti.
  • Per la gestione di attività di concessione e pubbliche.
  • Per effettuare lavori edilizi privati.
  • Per il rilascio di attestazione SOA;

Quando un’azienda può ritenersi in regola?

Come detto nei paragrafi precedenti, la regolarità contributiva è verificata da INAIL, Cassa Edile e INPS. La verifica viene effettuata al giorno in cui viene effettuata la richiesta. Se tale data non è indicata nella richiesta, si fa riferimento al giorno in cui viene effettuata l’istanza. In alternativa la verifica può anche riferirsi al giorno in cui viene rilasciato il DURC. In generale, un’azienda può ritenersi in regola quando si trova in uno dei casi sotto indicati.

  • Quando possiede un codice cliente con PAT.
  • Quando ha dichiarato ogni retribuzione imponibile.
  • Nel caso in cui ha versato il dovuto per ciò che concerne premi e accessori.
  • Nei casi in cui è presente una richiesta regolare di rateizzazione degli importi dovuti accettata positivamente dalla struttura.
  • Quando il rischio assicurato corrisponde al rischio dell’appalto.
  • Se è presente una compensazione del debito sul modello F24.
  • Se esistono crediti iscritti al ruolo.

I suggerimenti della redazione di TributiComunali.it

In questo articolo abbiamo trattato il seguente argomento: Cos’è il Durc? Abbiamo, proprio, indicato cos’è, esattamente, il Durc ed abbiamo affrontato anche altri argomenti correlati allo stesso DURC. Qui sotto, invece, indichiamo diversi link che rimandano ad altri nostri importanti articoli che invitiamo a leggere con attenzione.

Ti è stato utile quest'articolo?
Voti: 2 Media: 5
Articoli Correlati
Altri ServiziGuida Comuni

Cittadinanza digitale: che cos'è?

6 min di lettura
Ti è stato utile quest’articolo? Voti: 1 Media: 5 La cittadinanza digitale è una definizione virtuale, introdotta, come concetto, nel 2019, che annovera…
Altri ServiziGuida Comuni

Determina dirigenziale: spieghiamo cosè

5 min di lettura
Ti è stato utile quest’articolo? Voti: 0 Media: 0 La Determinazione è un atto amministrativo adottato dal dirigente (o responsabile) di una…
Altri ServiziGuida Comuni

Giunta Comunale, le funzioni ed altro

3 min di lettura
Ti è stato utile quest’articolo? Voti: 1 Media: 2 La giunta comunale, al pari del Consiglio Comunale, è organo del governo comunale….
Rimani Sempre Aggiornato


    Inserisci la tua migliore Mail per non perderti le News più importanti.

    Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *